Risposte ai cittadini dopo l'incontro del 19

Come stabilito al termine del confronto tra i candidati Sindaci, organizzato da Bordighera.net avvenuto domenica 19 al Palazzo del Parco, erano state date 48 ore per rispondere alle domande poste ai singoli. Bordighera in Comune è l'unica lista ad aver mantenuto l'impegno nei termini stabiliti; per rispetto nei confronti della cittadinanza trasmettiamo in diversi POST le risposte in attesa che vengano pubblicate da Bordighera.net a cui sono già state inviate oggi.

Premessa per i cittadini dai candidati della lista civica Bordighera in comune alle risposte relative all'incontro del 19 maggio

Il nostro gruppo di cittadinanza attiva, nel momento in cui ha deciso di presentarsi come lista civica per partecipare alle elezioni, ha elaborato e sottoscritto un patto etico che rifugge e denuncia i sistemi clientelari, il voto di scambio, la sovrapposizione di incarichi pubblici ed il conflitto di interessi; non a caso nel nostro programma poniamo la trasparenza amministrativa e la partecipazione attiva dei cittadini al centro di ogni decisione e azione da intraprendere; pensiamo che l’immagine della città si possa e debba recuperare, non con vuote parole, tradotte in costosi atti giudiziari per riabilitare la facciata;
le risorse economiche per la città devono arrivare da una seria pianificazione finalizzata alla rigenerazione della città, progetti ed opere concrete, improntati sulla trasparenza, condivisi e portati avanti con competenza, privilegiando sistemi come i concorsi aperti di idee che puntino alla qualità e fattibilità dei progetti, potendo così partecipare a bandi europei per l'accesso ai fondi.

Bandi che negli ultimi anni ci siamo lasciati sistematicamente sfuggire.
Se analizziamo quanto è stato ripetutamente –da un piano triennale all’altro- proclamato e promesso dalle precedenti amministrazioni senza mai, non solo portarlo a termine, ma- in molti casi- neppure arrivare alla progettazione minima che consentisse di accedere a possibili contributi, l’elenco si fa lungo:
partendo dalle Scuole, dal loro adeguamento alle norme antisismiche, prima di tutte quella di Borghetto per la quale si parla di imminente intervento di messa in sicurezza da lustri; passando per gli scolmatori e messa in sicurezza degli sbocchi a mare del rio Borghetto, quello del rio Ca’ bianca, il Piano delle spiagge, il Palazzo del parco, la Biblioteca Internazionale, la Rotonda …

arrivando invece a progetti, pagati dalla collettività con stanziamento di fondi pubblici, che, per misteriose alchimie e procedure evidentemente non corrette, non sono mai sfociati in opere concrete: il Piano Parcheggi per esempio con il progetto per il parcheggio interrato con riqualificazione della piazza della Stazione, quello della piazza del Mercato (che si sono visti rimbalzare i fondi derivanti tra l’altro dalla vendita dell’ ex macello e che non sappiamo in seguito a cosa siano stati destinati), quello della spianata del Capo in project financing…mentre si sottraggono aree destinate al benessere dei nostri figli come l’area che avrebbe dovuto essere a verde pubblico e per l’ampliamento delle Scuole di via Pelloux, trasformata provvisoriamente in parcheggio a servizio di pochi.

Passando al mal fatto pensiamo invece al lungomare a ponente, grande potenzialità sfumata, che con grande sperpero di fondi pubblici, ha realizzato volumi costosi e inutili perché inutilizzabili, dato che vengono puntualmente allagati; ma pensiamo ancor più alla miope scelta politica che ha portato alla trasformazione del patrimonio edilizio alberghiero in seconde case, quasi sempre vuote, con chiusura delle attività e conseguente perdita dei posti di lavoro (da calcolare tenendo conto dell’ indotto negativo sulle altre attività commerciali e turistiche).

Da qui bisogna ripartire, da quanto non è stato fatto ( o fatto male) negli ultimi 15 anni, senza vuoti di memoria, ma facendo tesoro delle esperienze nel bene e nel male e, senza più proclami, procedere con trasparenza, coinvolgendo i cittadini in opere condivise e concrete, stabilendo insieme le priorità.
Tra queste emerge la necessità di ritrovare una città slow, connessa al territorio e alle sue risorse, con più attenzione al benessere ed alla vivibilità, su misura per famiglie e giovani, e con più verde, attraverso la valorizzazione del meraviglioso patrimonio che ci è stato lasciato, rendendolo accessibile e preservato per le generazioni future.

Risposte ai cittadini dopo l'incontro del 19 maggio partendo dai 7 punti per un programma

D: Floricoltura e Turismo integrato
D: Iniziative per il rilancio del Turismo
D: Sarebbe in grado di organizzare una manifestazione di risonanza nazionale?
D: Gestione IAT e collaborazione con l’entroterra

pdfScarica la risposta in pdf

D: Palazzo del Parco

pdfScarica la risposta in pdf

D: Posizione rispetto al Piano urbanistico comunale (PUC)

pdfScarica la risposta in pdf

D: Sarebbe in grado di portare avanti il rispetto della convenzione con l'ASL riguardo al Saint Charles?
D: Cosa ha intenzione di fare per ciò che riguarda l'amministrazione del Saint Charles?

pdfScarica la risposta in pdf

D: Questione RIFIUTI

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come fare per eliminare le barriere architettoniche soprattutto nei sottopassi verso il lungomare

pdfScarica la risposta in pdf

D: Cosa intende fare per migliorare i servizi bus

pdfScarica la risposta in pdf

D: Punti a sostegno dell’artigianato e spacchettamento degli appalti

pdfScarica la risposta in pdf

D: Che cosa pensa della sopravalutazione immobiliare che rende impossibile la vita agli esercizi commerciali ed ha reso ai minimi termini la popolazione residente?

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come intende procedere per i 5 locali siti sotto il nuovo tratto di lungomare

pdfScarica la risposta in pdf

D: Trasparenza del Comune e Partecipazione dei cittadini

pdfScarica la risposta in pdf

D: Cosa pensa di fare per le spiagge libere?

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come pensate di rimuovere i rami di palma colpiti dal punteruolo rosso?

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come pensa di gestire il progetto del Porto?

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come pensa di affrontare il problema delle Scuole

pdfScarica la risposta in pdf

D: Come pensa di migliorare l’impatto ambientale degli stabilimenti balneari

pdfDomanda20.pdf


Bordighera in Comune

logo elettorale